Apri menu navigazione

Consigli per ottimizzare piccoli spazi

Gio, 5 Mar 2020

Consigli per ottimizzare piccoli spazi

Quando ci si trova ad affrontare una ristrutturazione, o anche solo un semplice restyling, della propria abitazione si deve per forza fare i conti con metrature e spazi a disposizione. Laddove questi non siano particolarmente generosi, si incontra la necessità di razionalizzare nel miglior modo possibile le aree al fine di farci stare tutti i servizi, le funzionalità e i comfort di cui si ha bisogno, senza farsi mancare nulla. 

L’obiettivo diventa quello di ottenere un’elevata abitabilità senza rinunciare allo stile e ad un arredo personale ed accogliente: sfida questa che accende spesso la creatività e l’ingegno di architetti e interior designer, pionieri di idee innovative ed originali soluzioni salva spazio. 

 

Sono diverse le proposte dirette a questo scopo - alcune note, altre originali - e oggi ve ne parliamo in questo articolo: per chi fosse alla ricerca di metodi salvaspazio semplici e funzionali può trovare qualche consiglio in merito... perchè no, abbracciando anche il design. 

 

Astuzie architettoniche 


La prima regola fondamentale è: sfruttare al massimo ogni singolo spazio. Tradotto, significa cercare di ampliarlo il più possibile abbattendo eventuali struttura inutili che possano “rubare” preziosi centimetri. Un esempio su tutti? Eliminare una parete secondaria di troppo consente di creare un comodo “open space”, guadagnando sullo spazio a disposizione. 

Dall’architettura ci arrivano altre regole per “ingrandire” un ambiente piccolo. Una fra tante è lo sfruttamento della luce naturale esterna, per amplificare la percezione delle dimensioni di un interno. In altre parole, se in un piccolo appartamento vengono inserite ampie finestre o vetrate, l’effetto “ingrandimento” è assicurato: l’ampiezza visiva inondata di luce esterna è da sempre un asso nella manica nella ristrutturazione delle piccole case. 

 

Trucchi d’arredo 


E’ inoltre possibile ottenere angoli confortevoli in piccoli spazi studiando con ingegno e creatività le soluzione d’arredo: in questo caso, la personalizzazione e le costruzioni su misura sono la regola d’oro. 

Vi diamo qualche esempio concreto: posizionare oggetti e mobili non solo in orizzontale ma anche in verticale, sfruttando le superfici delle pareti, è una soluzione contemporanea tanto affascinante quanto utile. Pensate ad una bellissima - e altrettanto comoda - parete attrezzata in cucina, piuttosto che in sala, dove potrete riporci tutto ciò che non ci sta negli altri mobili, utilizzando un raccoglitore a vista o rinchiuso da eleganti ante. 

Oppure, passando alla cameretta dei bambini, pensate ad un gradevole soppalco in legno costruito su misura dal vostro falegname: sopra ci sta un comodo ed ampio letto, sotto uno spazio dedicato al gioco o allo studio con scrivania dedicata. Ingegnoso e, al contempo, sofisticato. Per quanto riguarda la camera matrimoniale, perchè non optare per un letto a scomparsa? Quando è aperto è spazioso ed elegante, una volta chiuso si incastra perfettamente in una libreria a tutta parete. Che idea! 

 

I trucchi per ingannare l’occhio e far percepire uno spazio più grande non finiscono qui: un classico stratagemma è quello di posizionare degli specchi nelle pareti di casa, che aiutano a far sembrare l’interno più grande; oppure, posizionare divani e mobili qualche centimetro prima della parete, non a ridosso, aiuta a far percepire una maggiore profondità nella prospettiva. 

Anche l’utilizzo dei colori va scelto con cura a tal scopo: i toni più chiari e gli abbinamenti monocromatici contribuiscono a far apparire le metrature più grandi, mentre i colori scuri ed accostamenti di più colori sono da evitare all’interno dei piccoli spazi. 

Pensate inoltre ad alti armadi che diventano pareti divisorie, tanto capienti quanto strategici; oppure, a scale su cui viene sapientemente sfruttato il sottoscala, che diventa un guardaroba o addirittura un capiente vano deposito. Ci avevate mai pensato? 

 

Funzionalità che arredano 


Sempre a proposito di scale, non possiamo non citare le regina indiscussa delle soluzioni architettoniche utili per ottimizzare gli spazi: la scala a chiocciola. Non a caso, questo tipo di scala è nata proprio per poter collegare più piani su spazi ristretti ed angusti - quelli che erano alle origini, nel Medioevo, le strette e alte torri dei castelli medievali. 

 

Le scale a chiocciola possono essere determinanti nel migliorare lo spazio - e l’aspetto - di un interno poco abbondante. Ruotando su sè stesse verso l’alto, consentono infatti di unire più piani sfruttando uno spazio ridotto rispetto ad una scala tradizionale. 

Allo stesso tempo, grazie alla loro forma circolare, arredano e creano un senso di accoglienza e calore all’interno di qualsiasi casa. Se poi sono scale a chiocciola di design, il gioco è fatto: date un occhio alla nostra collezione per trovare una scala a chiocciola unica e personalizzata, costruita su misura allo scopo di valorizzare e amplificare i tuoi interni.   

 

 

Richiedi informazioni

 

Clicca qui per leggere l'informativa sulla privacy.

* l'inserimento di queste informazioni è obbligatorio.